louis vuitton bolsos comprar moncler outlet moncler jassen outlet ugg boots uk mbt auslaufmodelle gucci tassen goedkoop
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

TAPPI CORONA PER MERCATO DOMESTICO

Il tappo corona � uno degli elementi pi� ricercati sul mercato non solo industriale, ma anche casalingo, soprattutto al Sud Italia (ancora oggi da Roma a Palermo si producono quasi 300 milioni di queste speciali “chiusure�). S�, perch�, parlando di tradizioni popolari, non si pu� non ricordare quella delle conserve di pomodoro fatte in casa e dell’imbottigliamento del vino.

Storia

Il tappo corona (anche conosciuto come tappo a corona), � la prima chiusura per bottiglie ed � rimasto sostanzialmente invariato fino ad oggi. Il tappo corona � stato inventato a Baltimora nel 1891 da William Painter, che lavorava per la societ� Seal Company. Ma il successo quasi immediato riscosso dai tappi corona ha imposto rapidamente il cambio della denominazione in , ha cambiato il suo nome con il successo quasi immediato del tappo corona inCrown Cork . Il brevetto � stato concesso nel 1892, numero 468 .258 ufficio brevetti degli Stati Uniti. Il tappo corona � stato il primo prodotto di grande successo usa e getta Questa caratteristica ha ispirato King C. Gillette nella creazione del rasoio quando era un venditore per la Crown Cork Company. Tale societ� esiste tuttora, producendo molte forme di imballaggio.

Come ottenere conserve di pomodori fatti in casa

Occorrente:
    - Pomodori ben maturi
    - Pentolone in rame
    - Basilico
    - Bottiglie in vetro e relativi tappi a corona
    - Macchina elettrica per passare il pomodoro
    - Macchina manuale per chiudere le bottiglie
    - Stracci

Si inizia con il verificare che tutti i pomodori siano di buona qualit�, ovvero scartando quelli marci o macchiati. A tal fine � opportuno tagliare i pomodori a met� per poter verificare il loro interno. La quantit� di pomodori da preparare determina la misura del pentolone. Una volta tagliata la giusta quantit� di pomodoro questa viene stritolata con le mani lasciando nella bacinella sia pomodoro che succo. Il contenuto va versato nel pentolone di rame, molti mettono sul fondo della pentola un pezzo di tegola rotto e ben lavato al fine di evitare bruciature. Quindi si accende la fiamma. Il tutto giunge dopo tempo debito ad ebollizione. Non occorre aggiungere acqua, in quanto il pomodoro ne contiene gi� di per s�. Mescolare spesso con un cucchiaio in legno. Dopo l'inizio della fase di bollitura lasciare cuocere per un ulteriore mezzora. Passato questo lasso di tempo, scolare il pomodoro in uno scolapasta dai fori stretti, in modo che il tutto non rimanga eccessivamente asciutto ma nemmeno pieno di acqua. Lasciare scolare per una decina di minuti, in modo che nel frattempo il tutto raffreddi un p�.

Il pomodoro va passato nell'apposita macchina. Passare tutto il pomodoro, facendo ricadere la passata liquida in una bacinella pulita, e i resti in una seconda bacinella (sempre pulita). � consigliabile, una volta terminato di passare tutto il pomodoro, di passare per una seconda volta i resti. Essi infatti tendono a fuoriuscire la prima volta ancora umidi: questo vuol dire che contengono ancora della polpa al loro interno. Porre i pezzi della macchina in acqua, per evitare che asciughino. A questo punto, con l'aiuto di un pentolino e di un imbuto riempire le bottiglie di vetro, e con l'apposita macchina tappatrice chiuderle con i rispettivi tappi acorona. Adesso inizia la fase di sterilizzazione affinch� il succo di pomodoro diventi conserva di pomodoro Lo stesso pentolone utilizzato per la bollitura del pomodoro adesso, ripulito dai residui, diventa sterilizzatore delle bottiglie riempite di succo. Adagiare quindi sul fondo del pentolone in rame degli stracci, e porre le bottiglie nel pentolone ricoprendole man mano con dell'acqua, fino a ricoprirle interamente. Coprire con altri stracci ripetendo l'operazione per ogni strato di bottiglie, quindi accendere la fiamma. Attendere che il tutto arrivi ad ebollizione, e lasciare sul fuoco per un'ulteriore mezzora. Dopo questo tempo spegnare la fiamma, ma lasciare nel pentolone fino all'indomani, quando si potr� estrarre le bottiglie per sistemarle in un luogo possibilmente asciutto e buio. Lavare subito la macchina elettrica in ogni sua parte, ed asciugala, in modo che residui di acqua non la rovinino.

Vino

Qualche consiglio...... Se decidete di riutilizzare bottiglie gi� usate in precedenza, � sufficiente sciacquarle molto bene (con acqua ben calda) e lasciarle asciugare capovolte. Nel caso serva una pulizia pi� approfondita (per eliminare incrostazioni o residui) si pu� ricorrere agli appositi spazzolini o a prodotti specifici a base di cloro, in vendita nei negozi dedicati. I tappi a corona, garantiscono la perfetta tenuta e preservano il contenuto dal cattivo � odore di tappo� Per vini non stabilizzati fare riferimento alle fasi lunari o al calendario o al tempo atmosferico; si tratta di una credenza arcaica e popolare, tuttavia diffusa anche in realt� produttive moderne di una certa importanza. Scegliete, se possibile, bottiglie dal vetro scuro: proteggono di pi� dalle ossidazioni catalizzate dalla luce. Le bottiglie vanno riempite fino a 1,5 cm dal livello del tappo corona. La posizione delle bottiglie (orizzontale o verticale) � ininfluente quando vengono utilizzati tappi a corona.

E ricorda che....

Un buon bicchiere rallegra il cuore , quando ti senti di cattivo umore
ma un litro di vino di certo � cura, contro la noia e la paura.

Detto popolare